Rischi allergia da sperma

Rischi allergia da sperma

Allergia al sesso? Strano ma vero, ne soffrono una grossa fetta di italiani: non si tratta di non farlo per poca voglia, bensì perché si è allergici allo sperma maschile. Come capire di essere affetti dal liquido seminale e quando è il caso di chiamare il medico.

Segni tipici di allergia allo sperma

Ormai siamo abituati a vederne e sentirne di tutti i colori dal punto di vista nutrizionale: c’è chi è allergico al glutine, altri sono allergici ai pollini, e ancora ci sono tantissime persone che sono intolleranti al lattosio e, di conseguenza, alla cipolla e all’aglio. Certamente, l’ultima problematica è anche benigna per una donna che cerca uomo a Milano, Torino o Roma. Nessuno vuole presentarsi a un incontro amoroso con il fiato che può stendere un elefante. Eppure, esiste una allergia tremenda, che rende la vita impossibile alle donne vogliose. Si tratta dell’allergia al sesso e più precisamente allo sperma maschile.

Per chi sta pensando e compatendo queste persone, sappia che solo negli Stati Uniti ne soffrono quasi 40mila donne, le quali presentano sintomi e segni inequivocabili dopo ogni rapporto sessuale. Questa particolare allergia può manifestarsi immediatamente dopo l’eiaculazione del partner. La pelle, al contatto con lo sperma, ha delle reazioni inaspettate. Se si provano sintomi quali bruciore, rossore, gonfiore o se appaiono delle vesciche nell’area vaginale, non bisogna tergiversare, bensì chiamare immediatamente il proprio medico.

Sarà lui a valutare se il problema deriva dallo sperma o dai preservativi, spermicidi o tamponi. Quando si presenta il prurito, molte donne sostengono che sia la candida. Esso è un  fungo che si manifesta dopo terapie antibiotiche, abbassamento delle difese immunitarie o infezioni. L’allergia da liquido seminale si distingue da quest’altra patologia perché il prurito e il bruciore si manifestano  solo dopo aver consumato un rapporto completo.

Perché si è allergici allo sperma

Essere allergici al liquido seminale significa che i propri anticorpi reagiscano a una particolare proteina in uno sperma di un partner a cui non si è mai stati esposti in passato. Si tratta di una varietà di proteine e biomolecole prodotte nella prostata dell’uomo. Purtroppo, questo è anche il motivo per cui può essere difficile da diagnosticare. Il fatto è che non è semplice effettuare un test da un allergologo, per ovvi motivi. Il medico non può fare altro che prelevare il campione di liquido spermatico e assistere alla reazione che scatena.  Molto spesso essere allergici al sesso vuol dire manifestare gli stessi sintomi delle comuni allergie. Può capitare quindi di avere gonfiore, occlusione delle vie respiratorie, prurito sul corpo ed eruzioni cutanee come vesciche, sia nella vagina, sia in bocca dopo il sesso orale. L’unica precauzione da prendere è usare il preservativo, in modo che non ci sia il minimo contatto tra il liquido, le mucose o l’epidermide.

Sembra fantascienza, ma anche la dieta potrebbe influire negativamente: se una donna è allergica al latte o alle noci, e l’uomo le ha ingerite anche tre giorni prima dell’incontro amoroso, possono sorgere dei problemi dopo il rapporto.
Gravidanza e allergia al liquido seminale

Nel caso in cui si voglia avere un bambino, non ci si deve preoccupare, perché questa patologia non intacca in nessun modo la capacità di concepire. Al massimo, lo specialista prescriverà degli antistaminici da assumere prima del rapporto sessuale, per godere e provare piacere senza ritrovarsi coperte di pustole o avere uno shock anafilattico invece dell’orgasmo. Diverso il discorso per quanto riguarda l’allergia ai prodotti che vengono a contatto con lo sperma. Si parla del lattice utilizzato nella produzione di condom e delle sostanze chimiche che compongono gli spermicidi e i lubrificanti, fino ai prodotti per la cura personale e l’igiene intima. Sarebbe opportuno superare i tabù e andare dal medico per capire quali sostanze il corpo non tollera ed eliminarle definitivamente prima di compromettere le possibilità di rimanere incinta.

Lascia un commento