Orgasmo multiplo, che cos’è e come si fa a raggiungerlo

Orgasmo multiplo

Tutti lo vogliono e lo cercano, ma l’orgasmo multiplo è un mito oppure è una realtà? La realtà è ben diversa da un porno italiano, per questo è bene capire come rendere la sessualità di coppia appagante anche senza il mito dell’orgasmo simultaneo e quello del multi piacere.

Che cos’è un orgasmo multiplo

Se basiamo il sesso solo sui vari film di porno italiano, andiamo incontro a una sfilza di luoghi comuni che non basta una enciclopedia cartacea per elencarli tutti. Se poi si pensa a quante donne provano vergogna a confessare che hanno una certa difficoltà a raggiungere anche una minima sensazione di un orgasmo solo, quasi quanto la paura e l’ansia da prestazione che induce un uomo affetto da eiaculazione precoce a cercare scuse per non fare sesso.

Tornando alle donne, ci sono quelle che hanno un orgasmo facilmente e, pare, quelle che riescono ad avere orgasmi multipli senza alcuno sforzo, forse per predisposizione o perché sono in grado di lasciarsi andare al piacere senza alcun problema o pregiudizio di base. Il pensiero che la struttura riproduttiva femminile sia in grado di far provare l’orgasmo multiplo può sfociare in una vera e propria ossessione, invece è solo una delle tante possibilità che si possono sperimentare nel mondo dell’erotico.

Differenza orgasmo multiplo e sequenziale

Gli esperti sono giunti alla conclusione che esistono due tipi di orgasmo, ovvero il sequenziale e quello multiplo. Nel primo caso, diventa indispensabile fare una pausa, sia breve sia lunga. Si tratta del periodo refrattario, necessario per avere ancora rapporti e altri orgasmi.

Sia gli uomini, sia le donne possono usufruire di questa opzione, visto che i primi, in condizioni normali, non hanno bisogno di lunghe soste tra una eiaculazione e l’altra e le femmine possono continuare a godere mediante la stimolazione del clitoride, detto anche il piccolo pene femminile visto che è questa parte a dare quelle meravigliose ed eccitanti sensazioni. L’orgasmo multiplo ha una importante differenza, ovvero non ci sono pause. Questo perché la tensione sessuale e l’eccitazione non dovrebbero calare mai e, di conseguenza, l’orgasmo è privo di questi periodi refrattari.

Si prosegue di piacere in piacere, eccitazione dopo eccitazione, fino a raggiungere i picchi massimi. Una precisazione importante è che l’orgasmo multiplo non è superiore a quello singolo se si fa un confronto sulla qualità. Si tratta solamente di una variante che si può sperimentare. Esistono donne che, dopo essere venute, entrano in un periodo refrattario molto simile a quello maschile e sono restie a stimolazioni manuali. Infatti, il loro clitoride diventa molto sensibile e basta solo sfiorarlo per far scatenare una spiacevole sensazione di fastidio.

Orgasmo multiplo, utopia o realtà?

Gli orgasmi multipli sono sempre stati considerati una specie di illusione, eppure non sarebbe così difficile averne, secondo le donne che, ovviamente, riescono a provarli.  Ma la cosa clamorosa è che anche gli uomini possono provare questo immenso piacere multiplo! In realtà, l’anatomia femminile è fatta proprio per far provare il mitico orgasmo multiplo, a differenza dei maschietti a cui tocca uno stop di almeno una trentina di minuti, facendo una media. Questo perché, per eiaculare, l’uomo ha bisogno di una pausa per riprendersi.

Però, è sempre difficile distinguere realtà e leggenda, specialmente se si tocca un argomento delicato come il sesso. Si sa che i tabù  vengono anche stigmatizzati socialmente e spesso si condividono perversioni e fantasie esclusivamente con il proprio partner. Le donne, quindi, sarebbero inconsapevoli di avere tale potere, ovvero venire più di una volta con facilità e rapidità. La cultura passata relegava

La donna ad essere serva devota dell’uomo, il quale era il suo padrone. Non le era permesso godere nei rapporti sessuali, né professare l’amore libero, ma adesso le cose sono cambiate. La donna è un essere umano con idee, ambizioni, emozioni e sensazioni, perciò deve solo risvegliarsi sessualmente per riuscire a venire più di una volta di fila!

Rischi allergia da sperma

Allergia al sesso? Strano ma vero, ne soffrono una grossa fetta di italiani: non si tratta di non farlo per poca voglia, bensì perché si è allergici allo sperma maschile. Come capire di essere affetti dal liquido seminale e quando è il caso di chiamare il medico.

Segni tipici di allergia allo sperma

Ormai siamo abituati a vederne e sentirne di tutti i colori dal punto di vista nutrizionale: c’è chi è allergico al glutine, altri sono allergici ai pollini, e ancora ci sono tantissime persone che sono intolleranti al lattosio e, di conseguenza, alla cipolla e all’aglio. Certamente, l’ultima problematica è anche benigna per una donna che cerca uomo a Milano, Torino o Roma. Nessuno vuole presentarsi a un incontro amoroso con il fiato che può stendere un elefante. Eppure, esiste una allergia tremenda, che rende la vita impossibile alle donne vogliose. Si tratta dell’allergia al sesso e più precisamente allo sperma maschile.

Per chi sta pensando e compatendo queste persone, sappia che solo negli Stati Uniti ne soffrono quasi 40mila donne, le quali presentano sintomi e segni inequivocabili dopo ogni rapporto sessuale. Questa particolare allergia può manifestarsi immediatamente dopo l’eiaculazione del partner. La pelle, al contatto con lo sperma, ha delle reazioni inaspettate. Se si provano sintomi quali bruciore, rossore, gonfiore o se appaiono delle vesciche nell’area vaginale, non bisogna tergiversare, bensì chiamare immediatamente il proprio medico.

Sarà lui a valutare se il problema deriva dallo sperma o dai preservativi, spermicidi o tamponi. Quando si presenta il prurito, molte donne sostengono che sia la candida. Esso è un  fungo che si manifesta dopo terapie antibiotiche, abbassamento delle difese immunitarie o infezioni. L’allergia da liquido seminale si distingue da quest’altra patologia perché il prurito e il bruciore si manifestano  solo dopo aver consumato un rapporto completo.

Perché si è allergici allo sperma

Essere allergici al liquido seminale significa che i propri anticorpi reagiscano a una particolare proteina in uno sperma di un partner a cui non si è mai stati esposti in passato. Si tratta di una varietà di proteine e biomolecole prodotte nella prostata dell’uomo. Purtroppo, questo è anche il motivo per cui può essere difficile da diagnosticare. Il fatto è che non è semplice effettuare un test da un allergologo, per ovvi motivi. Il medico non può fare altro che prelevare il campione di liquido spermatico e assistere alla reazione che scatena.  Molto spesso essere allergici al sesso vuol dire manifestare gli stessi sintomi delle comuni allergie. Può capitare quindi di avere gonfiore, occlusione delle vie respiratorie, prurito sul corpo ed eruzioni cutanee come vesciche, sia nella vagina, sia in bocca dopo il sesso orale. L’unica precauzione da prendere è usare il preservativo, in modo che non ci sia il minimo contatto tra il liquido, le mucose o l’epidermide.

Sembra fantascienza, ma anche la dieta potrebbe influire negativamente: se una donna è allergica al latte o alle noci, e l’uomo le ha ingerite anche tre giorni prima dell’incontro amoroso, possono sorgere dei problemi dopo il rapporto.
Gravidanza e allergia al liquido seminale

Nel caso in cui si voglia avere un bambino, non ci si deve preoccupare, perché questa patologia non intacca in nessun modo la capacità di concepire. Al massimo, lo specialista prescriverà degli antistaminici da assumere prima del rapporto sessuale, per godere e provare piacere senza ritrovarsi coperte di pustole o avere uno shock anafilattico invece dell’orgasmo. Diverso il discorso per quanto riguarda l’allergia ai prodotti che vengono a contatto con lo sperma. Si parla del lattice utilizzato nella produzione di condom e delle sostanze chimiche che compongono gli spermicidi e i lubrificanti, fino ai prodotti per la cura personale e l’igiene intima. Sarebbe opportuno superare i tabù e andare dal medico per capire quali sostanze il corpo non tollera ed eliminarle definitivamente prima di compromettere le possibilità di rimanere incinta.

Donne e sesso, cosa cercano le cougar under 50

Le donne mature tra i 40 e i 48 anni sono più aperte a nuove esperienze sessuali e utilizzare espedienti per renderla piccante, anche se  i partner sono uomini più giovani: cosa cercano nel sesso le Cougar under 50.

Donne Cougar, il sesso under 50 anni

Le donne Cougar, dall’inglese puma o pantera ma con significato di predatrici, cacciatrici, sono propense a trasgredire a letto. Un sito specializzato in incontro per donne mature tra i 40 e i 48 anni ha deciso di indire un sondaggio interno per capire i gusti del loro target e i risultati sono a dir poco sorprendenti. Le donne mature non sono solo tutte casa, chiesa e TV accesa sui varietà trash pomeridiani e serali, bensì in cerca di espedienti per rendere la loro vita sessuale più varia e rendere il loro corpo ancora sexy, nonostante i 50 anni che si avvicinano pericolosamente. Una seconda giovinezza dal punto di vista sessuale, visto che in mezzo alle gambe hanno un certo prurito da soddisfare con ragazzi sempre più giovani. Oppure, con sex toys e il piacere solitario, magari davanti a un film porno fatto bene: in qualche caso, il momento si condivide in due, aiutandosi a vicenda con i consigli di http://vivodisesso.info.

Abitudini sessuali delle donne Cougar

La ricerca è stata condotta su 2mila donne italiane indagando e curiosando riguardo le abitudini sessuali, il rapporto con l’altro sesso e gli strumenti usati per l’eccitazione sessuale. Il risultato del campione eterogeneo preso in esame da Cougaritalia.com è stato sorprendente. Il 42% di donne che hanno partecipato al sondaggio vivono una relazione stabile, il 38% si sono dichiarate single, il 13% sono sposate ed il 9% dice di non avere alcun rapporto serio, bensì esclusivamente relazioni occasionali. La fascia delle Cougar under 50, a caccia di uomini giovani da sedurre, è anche di larghe vedute sull’argomento sesso. I film pornografici sono per la maggioranza un divertimento innocente e il 15% del campione li guarda volentieri insieme al partner. Inoltre, sono felici di andare negli strip club a patto che il loro lui le porti, mentre il 65% del campione ha dichiarato di utilizzare sex toys per ravvivare la libido e un vibratore per masturbarsi.

Cosa non piace alle donne Cougar

In quanto ad esperienze trasgressive, tante hanno dichiarato di aver avuto incontri di una sola notte, di aver tradito di aver fatto sesso con uomini giovani fidanzati o addirittura sposati. Le più fantasiose hanno messo in pratica i giochi di ruolo e hanno inviato, a mezzo social, video e film provocanti.  Avere relazioni con uomini giovani non viene visto come trasgredire, anche perché al sesso maschile pare piacere, visto che si sentono più liberi con una donna più grande, sicura di sé e già realizzata. Anche in fatto di soddisfazione per la propria vita sessuale: il 73% di donne tra i 40 i 48 anni si dichiara soddisfatta della propria vita a letto, solo il 3% non riesce a soddisfarsi sotto le lenzuola, mentre il 10% non ha un partner o una vita sessuale.  Sei su dieci hanno rapporti sessuali molto frequenti, il 5% anche ogni giorno. Unico tallone d’Achille: il sesso anale, il bondage e le frasi spinte a letto.